Archivio

Posts Tagged ‘Ritardo pagamento’

Ritardato o mancato pagamento di una rata – Ecco cosa fare

25 maggio 2011 Nessun commento

Ogni finanziamento richiesto per un mutuo, che sia ipotecario oppure per la ristrutturazione di un immobile, è caratterizzato da un preciso piano di ammortamento con rate mensili fisse. Ma se capitasse di ritardare un pagamento di una rata? Il ritardo del pagamento tra il 30 esimo e il 180 esimo giorno, dalla data di scadenza, farebbero scattare gli interessi di mora, che sono stabiliti annualmente dal governo.

Oggi esistono le banche dati Sic, che contengono gli elenchi delle informazioni creditizie di tutti coloro che hanno richiesto mutui o finanziamenti, che sono costantemente aggiornate e che comprenderebbero i soggetti risultati morosi. Se il ritardo nel pagamento non supera le due rate, le informazioni sul soggetto saranno messe nella banca dati per un tempo di 12 mesi; se il ritardo nel pagamento delle rate, supera le due mensilità, i dati del mutuatario saranno custodite per 24 mesi, a partire dalla data di regolarizzazione del pagamento. Seguirà la cancellazione dei dati in questione in maniera automatica dalla centrale rischi del Crif. Al contrario se i pagamenti delle rate del mutuo non vengono regolarizzati, i dati permangono negli archivi per 36 mesi, quindi la segnalazione massima al Crif, è per 3 anni, fino a quando non terminerà il rapporto contrattuale.

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)